L'evoluzione dei cellulari

S

Stamattina avrai sicuramente acceso il tuo smartphone e controllato Facebook e Whatsapp, non è vero? Non puoi farne a meno, lo porti sempre e ovunque, e se non lo porti è perché lo hai dimenticato da qualche parte e allora sì che è una tragedia. Poco più di dieci anni fa non avevi lo smartphone. C’è stato un tempo in cui non avevi neanche il cellulare! Ti ricordi il tuo primo modello? Cosa è cambiato da allora? Scoprilo leggendo il nostro articolo...​

1983 - DYNA TAC
Tutto cominciò il 3 aprile del 1973, quando Martin Cooper di Motorola fece la prima telefonata con il Dyna-Tac, il primissimo prototipo di cellulare. Pesava 1,3 kg, aveva un'autonomia di mezz'ora e per ricaricarsi ci metteva quasi mezza giornata. Non era poi così portatile, non era leggerissimo, non permetteva altre funzionalità oltre alla telefonata, ma era pur sempre il primo cellulare! Da quegli anni ad oggi l'ascesa del cellulare non si è mai fermata.

Dieci anni dopo, nel 1983, uscì il Dyna-Tac perfezionato, il modello 8000x. Più economico, leggermente più piccolo e meno pesante, ma ancora troppo lontano dal concetto di praticità. Immaginatevi di camminare con un apparecchio di un chilo in tasca e dal valore di $9000 (valore odierno) che probabilmente farà un paio di telefonate per poi scaricarsi.

1992 - SMS
Nel 1992 nascono gli SMS, le funzionalità dei cellulari aumentano; nel 1996 Motorola realizza lo StarTac, il primo cellulare con l'apertura a conchiglia e Nokia crea il primo palmare, il 9000 Communicator.

ANNI 2000 - NOKIA 3310
Ma la vera svolta avviene nei primi anni 2000, con il telefono più amato di sempre. Non stiamo parlando dell'Iphone, ma del mitico Nokia 3310, 126 milioni di pezzi venduti in tutto il mondo. Senza sportellino e antenna, tasti pratici, display in bianco e nero con una grandezza accettabile e perfino la connessione internet Wap.  È impossibile non ricordare i giochi Snake e Space Impact, o addirittura la composizione della suoneria personalizzata con tanto di note su uno spartito virtuale. 

A proposito di leggenda: si narra che se accidentalmente ti cadeva a terra il 3310 era più probabile che si spaccasse la mattonella del pavimento piuttosto che lo schermo del cellulare.

Da quel momento in poi le novità furono lo schermo a colori, la fotocamera e la tecnologia Bluetooth. Così il cellulare si trasformava in un archivio pieno zeppo di foto, video e musica. Ma avevamo bisogno di uno schermo più grande. Era diventato inutile cercare di realizzare il cellulare più "tascabile" possibile. Lo schermo era troppo piccolo per vedere immagini e video, bisognava togliere il superficiale. Via la tastiera, ed ecco benvenuto il touchscreen!

2007 - IPHONE
Nel 2007 la più grande rivoluzione di sempre, per i cellulari e per la nostra vita. Steve Jobs lancia il primo iPhone. Inizia così l'era degli smartphone. Il cellulare non viene più usato principalmente per le telefonate e i messaggi. Inizia anche l’era dei social sugli smartphone.

SOCIAL
Ora puoi navigare su internet e su Facebook, farti dei selfie meravigliosi, fare le storie su Instagram e inviare messaggi vocali sui tuoi gruppi Whatsapp. Se questa tecnologia non ci fosse, le conversazioni con i nostri amici più lontani non sarebbero così attive. E poi c’è lo store, pieno di app, giochi, e-book, film, tutto ciò che può essere utile per i tuoi svaghi e per qualsiasi lavoro tu faccia.
Lo smartphone oggi è ormai parte integrante della nostra vita, il nuovo "migliore amico dell'uomo". Basta essere connesso ed ecco che hai il mondo in mano.
Un articolo di giornale del 1963 recitava: "Nel 2000 i telefoni faranno tutto loro"
Forse gli autori avevano ragione...